Voucher di conciliazione della Regione Autonoma della Sardegna

Sostegno economico sotto forma di voucher a rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di servizi e attività per figlie e figli minori di 16 anni e anche delle spese sostenute per l’acquisto di servizi di assistenza per figlie e figli non autosufficienti e/o disabili di qualunque età.

Data di pubblicazione:
22 Aprile 2022
Immagine non trovata

L’Avviso per la “Concessione di voucher di conciliazione”, finanziato dal POR FSE Sardegna 2014-2020 con una disponibilità di 4 milioni di euro, prevede la formula “a sportello” consentendo – a quante possiedono i requisiti previsti – di prenotare un budget da destinare all’acquisto di diverse tipologie di servizi entro dicembre 2022.

Destinatarie
– Imprenditrici
– Lavoratrici autonome
– Libere professioniste
Residenti in Sardegna, con figli/e – compresi i minori adottati o affidati – di età non superiore a 15 anni e 364 giorni, conviventi/dimoranti presso la propria residenza, e/o figli/e affetti/e da disabilità e/o non autosufficienti – compresi figli/e adottati/e o affidati/e – senza alcun limite di età, conviventi/dimoranti presso la propria residenza.

Valore del voucher
3.000 euro per ciascun figlio/a fino ad un massimo complessivo di 7.000 euro a destinataria

Periodo ammissibilità della spesa
Dal 1° aprile al 31 dicembre 2022

Spese ammissibili
Spese documentabili sostenute per la fruizione dei seguenti servizi:
– nido d’infanzia e micro-nido d’infanzia
– servizi integrativi con finalità educative, aggregative e sociali (che ampliano l’offerta formativa dei nidi d’infanzia)
– educatore/educatrice familiare abilitati
– educatore/educatrice domiciliare abilitati
– spazi gioco per bambini
– servizi di baby sitting e baby parking
– centri diurni per bambini e adolescenti
– centri di aggregazione per ragazzi e adolescenti
– attività estive, nonché pre/post-scuola offerti da scuole dell’infanzia e scuole primarie od altri istituti e strutture autorizzate
– servizi di supporto all’apprendimento (lezioni private)
– attività sportive
– servizi per l’apprendimento di lingue straniere
– servizi specialistici (svolti da psicologi e logopedisti)

Le destinatarie che richiederanno il voucher per fruire di servizi socio-assistenziali (non residenziali) per la cura di figli/e minori e adulti/e con disabilità e/o non autosufficienti, potranno presentare spese documentabili anche per i seguenti servizi:
– centri diurni con servizi specialistici
– centri socio-educativi con servizi specialistici
– sostegno all’utilizzo di servizi di cure o assistenza al domicilio o presso centri a carattere semiresidenziale
– servizi di supporto ai caregiver (familiari che assistono un loro congiunto ammalato e/o con disabilità)
– servizi di trasporto e/o accompagnamento offerti da soggetti abilitati/autorizzati
– servizi di assistenza domiciliare e familiare per persone affette da disabilità a carico e non autosufficienti a carico, ad esclusione dei servizi già a carico della spesa pubblica
– servizi erogati da strutture per la riabilitazione autorizzate/accreditate
– supporto psicologico a favore del figlio con disabilità

Quando si può presentare la domanda telematica?
Dalle ore 10:00 del 2 maggio 2022 è possibile presentare la Domanda Telematica attraverso il Sistema Informativo del Lavoro disponibile su www.sardegnalavoro.it.
L’ordine cronologico di invio telematico delle domande conferisce la priorità nell’assegnazione del contributo.

Informazioni
Per richiedere informazioni sulle disposizioni dell’Avviso, è possibile inviare una e-mail a: lav.voucherconciliazione@regione.sardegna.it
Per garantire trasparenza e par condicio tra le concorrenti, la risposta sarà data in forma anonima attraverso la pubblicazione di appositi “chiarimenti” su:
www.regione.sardegna.it
www.sardegnalavoro.it
www.sardegnaprogrammazione.it

Per tutti i dettagli e gli approfondimenti consulta il testo completo dell’Avviso pubblicato sui siti indicati.

 

 

Ultimo aggiornamento

Venerdi 22 Aprile 2022